News

Quali lavori possono essere realizzati con il Superbonus 110%: interventi trainanti e trainati

Analizziamo le agevolazioni previste dalla normativa di settore

Il Decreto Rilancio ha previsto importanti agevolazioni per tutti i soggetti che decidono di procedere alla realizzazione di un determinato tipo di lavori.

Le attività in questione, specificate nel dettaglio, rientrano nel novero delle operazioni mirate ad una riqualificazione energetica o ad una riduzione del rischio sismico degli immobili interessati.

Quando si parla di Superbonus 110%, inoltre, si è soliti individuare due tipi di interventi, che vengono denominati, rispettivamente, trainanti e trainati.

La sostanziale differenza tra i termini risiede nel fatto che i primi sono necessari ed indispensabili per poter beneficiare delle agevolazioni previste dal Superbonus, mentre i secondi saranno presi in considerazione dalla normativa solo se abbinati ai precedenti.

L’impresa specializzata Hexergia, con sede in Via Conforti, n. 25, a Cosenza, grazie ad un’esperienza ultratrentennale, offre ai clienti la possibilità di sottoporre la questione ad uno studio di fattibilità, al termine del quale l’azienda sarà in grado di stabilire la presenza dei requisiti necessari per richiedere il Superbonus 110, individuando la strategia migliore per sfruttare al meglio tutti gli incentivi del Decreto Rilancio.

Precisazioni generali

Come già accennato, potrà usufruire delle agevolazioni previste dal Superbonus 110% chi effettua interventi di riqualificazione energetica, riduzione del rischio sismico, installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Il periodo di tempo utile per poter rientrare nella spesa secondo il bonus è quello che va dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Il recupero avviene, sostanzialmente, nell’arco di cinque anni, segmento temporale in cui il costo totale verrà suddiviso in cinque rate dal medesimo importo.

In alternativa al classico metodo della detrazione fiscale, il soggetto interessato può richiedere uno sconto immediato in fattura, metodo che impone all’impresa o al fornitore di anticipare la spesa, salvo poi recuperare il bonus del 110%, sotto forma di credito d’imposta da usare in compensazione.

Differente è, invece, il meccanismo della cessione del credito, che prevede il pagamento dell’importo dei lavori da parte del contribuente, che successivamente opterà per la cessione del Superbonus 110% a soggetti terzi.

I tipi di intervento

In materia di Superbonus 110% è possibile classificare i lavori in base alle loro caratteristiche, inserendo ogni operazione all’interno di due macro insiemi.

Si è già detto che solo gli interventi cosiddetti trainanti possono accedere in via diretta alle agevolazioni fiscali previste, mentre per gli interventi trainati, il beneficio è subordinato al collegamento di questi con almeno un intervento trainante.

Ma quali sono, in dettaglio, i lavori che appartengono all’uno o all’altro gruppo?

Scopriamolo insieme.

Gli interventi trainanti

  • Isolamento termico

Rientra nella categoria di intervento trainante l’isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali o inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda complessiva disperdente dell’edificio medesimo.

I lavori di isolamento termico sono solitamente eseguiti con la procedura del cosiddetto cappotto termico, che prevede il posizionamento di materiale isolante lungo le pareti esterne disperdenti, con incremento dello spessore delle pareti stesse e conseguente modifica di infissi, davanzali, ringhiere.

  • Sostituzione impianti di riscaldamento

Anche la sostituzione di impianti di riscaldamento rappresenta un intervento trainante.

In questo caso, i professionisti provvederanno al rimpiazzo dell’impianto, installando un modello a pompa di calore o a condensazione.

Stesso discorso può essere fatto per edifici singoli e villette, nei quali si interviene per operare la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti per riscaldamento, raffrescamento o fornitura di acqua calda a pompa di calore.

  • Interventi di adeguamento sismico

Altro intervento trainante è l’adeguamento sismico degli edifici.

Si tratta di particolari operazioni eseguite allo scopo di rendere gli edifici più resistenti all’azione sismica e, dunque, ai movimenti del terreno provocati dai terremoti, così da raggiungere i livelli di sicurezza previsti dalle norme tecniche in materia.

Gli interventi trainati

Fanno parte della categoria degli interventi trainati, che devono, quindi, essere affiancati a lavori trainanti per poter usufruire delle agevolazioni fiscali del Superbonus 110%, l’installazione di pannelli solari e di sistemi di accumulo integrati (solo se subordinata alla cessione al GSE dell’energia prodotta e non consumata), l’installazione di colonnine elettriche per la ricarica dei veicoli elettrici e la sostituzione degli infissi.

Per conoscere in maniera più approfondita quali lavori possono essere realizzati con il Superbonus 110% rivolgiti ai professionisti della società specializzata Hexergia.

Chiama il numero 0984/445881 o compila il modulo di contatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.